02 94155190 - 02 94155216
amministrazione@esgsw.com

La Certificazione: una marcia in più

Home » La Certificazione: una marcia in più

This template is empty

La Certificazione: una marcia in più

LA CERTIFICAZIONE: UNA MARCIA IN PIU’ PER LA TUA ORGANIZZAZIONE

 

L’universo delle norme relative ai sistemi di gestione costituisce l’insieme delle prescrizioni che supportano le organizzazioni nel perseguimento del miglioramento delle prestazioni.

 

Le norme sono svariate e sono specifiche per i diversi settori e attività. Tra le più diffuse possiamo elencare:

 

  • la ISO 9001:2015 rappresenta uno strumento che permette alle organizzazioni di tenere sotto controllo i processi aziendali e migliorare continuamente la qualità dei prodotti e servizi offerti al mercato e ai clienti;
  • la ISO 14001:2004 è invece fondata sul prerequisito della conformità alle normative cogenti in materia ambientale, ma non si limita allo stesso, spingendo continuamente l’organizzazione verso soluzioni maggiormente ecosostenibili, meno inquinanti, più rispettose dell’ambiente e della vita che lo popola;
  • la OHSAS 18001:2007 si basa invece sul rispetto delle normative relative alla sicurezza (in Italia il D. Lgs 81/2008 e S.M.I.), ma non si “accontenta” di tale rispetto, promuovendo continuamente, attraverso specifici programmi, obiettivi, traguardi, la riduzione dei rischi legati alle attività lavorative, mirando alla diminuzione di incidenti e infortuni, alla prevenzione delle malattie professionali, attraverso l’individuazione di tutti i rischi connessi alle attività lavorative e alla definizione di contromisure adeguate;
  • la ISO 27001:2013 è la norma che stabilisce i requisiti e le modalità di gestione per garantire la Sicurezza delle Informazioni. Chiunque detiene dati sensibili o riservati può avvalersi di un Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni per elevare i propri standard e garantire i clienti sull’integrità dei dati;
  • la ISO 39001 è lo standard di riferimento internazionalmente riconosciuto per la gestione della sicurezza stradale e permette alle organizzazioni che lo adottano di perseguire:
  1. il miglioramento della gestione dell’organizzazione, in termini di sicurezza stradale;
  2. la riduzione degli incidenti e dei relativi costi;
  3. la formalizzazione e comunicazione dell’impegno dell’organizzazione in merito alle tematiche correlate alla sicurezza stradale;
  4. un migliore posizionamento sul mercato nei confronti dei fornitori e in occasione di gare pubbliche
  • la ISO 50001:2011 è la norma specifica i requisiti per creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia. L’obiettivo di tale sistema è di consentire che un’organizzazione persegua, con un approccio sistematico, il miglioramento continuo della propria prestazione energetica comprendendo in questa l’efficienza energetica nonché il consumo e l’uso dell’energia.

 

Il miglioramento delle prestazioni, per tutte le norme, può essere certificato da un ente terzo e indipendente, e in tal modo reso oggettivo a tutte le parti interessate, tra le quali il mercato e i clienti.

 

La parola chiave, sempre presente nella descrizione degli scopi delle norme sopra citate è “continuamente”. Le norme sopra indicate prevedono infatti la seguente sequenza che si ripete all’infinito:

 

1) l’adozione di regole;

2) l’applicazione delle stesse;

3) la misurazione dei risultati ottenuti;

4) la predisposizione e l’attuazione di azioni di miglioramento, che possono anche incidere sulle regole date, ridefinendole in termini di maggiore efficacia.

 

La ripetizione ciclica, secondo intervalli temporali predeterminati, dei passi sopra indicati consente alle organizzazioni di migliorare continuamente le regole adottate e di conseguenza i risultati conseguiti.

 

Tale miglioramento continuo che viene ufficializzato e consacrato con il Certificato che, oltre a essere spesso un requisito richiesto per la partecipazione ai bandi di gara o per l’iscrizione dell’albo fornitori dei committenti più importanti, costituisce una marcia in più per l’organizzazione, che permette di equipararla alle altre che già lo possiedono o di distinguersi positivamente nei confronti di quelle che ne sono prive.

IL SISTEMA DI GESTIONE

L’insieme delle regole definite dall’organizzazione che permettono di ottemperare ai requisiti delle suddette norme prendono il nome di sistema di gestione.

 

Il grado di efficacia di tale sistema di gestione dipende dalla adeguatezza dello stesso rispetto alla realtà organizzativa aziendale.

 

Non è sufficiente che tale sistema sia meramente conforme alla normativa di riferimento, magari in modo sterile e asettico, non calibrato e ingessante.

 

Il sistema di gestione dovrebbe essere invece “cucito” sull’organizzazione come un abito che calza a pennello, che non impedisce i movimenti dei processi, ma ne esalta le caratteristiche e permette, in modo fertile, ai miglioramenti delle prestazioni di “germogliare”.

TARGET

L’universo delle normative (ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001, ISO 27001, ISO 39001, ISO 50001 e altre) coinvolge tutte quelle Organizzazioni che:

 

  • abbiano necessità commerciali e/o di marketing di essere certificati perché richiesto dai Clienti (es. Export, GDO, ecc.) e/o considerato una condizione necessaria per “accedere” ad un determinato mercato (es. fornitori di Pubblica Amministrazione, Sanità, Autotrasporti, ecc.);
  • intendano dotarsi volontariamente di uno strumento organizzativo e gestionale improntato sull’analisi e successivo miglioramento delle proprie performance di processo, di servizio e di prodotto offerto.

VANTAGGI PER LE AZIENDE CERTIFICATE

Oggi il mercato è sempre più attento ai parametri qualitativi delle Organizzazioni alle quali si rivolge e, queste ultime, sono sempre più protese a garantire standard qualitativamente elevati e aderenti ai bisogni della Clientela.

 

La progettazione, l’applicazione continua, la verifica ed il miglioramento di un sistema di gestione, fornisce la strategia vincente per il raggiungimento degli obiettivi gestionali, migliorando i processi, incrementando la competitività e favorendo la permanenza e l’affermazione sul mercato. L’organizzazione, inoltre, facendo certificare il sistema di gestione da un Ente indipendente, fornisce evidenza del proprio corretto modus operandi alla casa madre, alla Clientela, ai Fornitori, alla Pubblica amministrazione e, più in generale, al tessuto sociale.

 

Inoltre a seconda del tipo di Certificazione conseguita, è possibile accedere a dei vantaggi quali, ad esempio:

 

  • esenzione dell’obbligo della sottoscrizione della polizza fideiussoria ove richiesta da bandi pubblici;
  • riduzione del premio INAIL;
  • riduzione degli importi delle polizze assicurative degli autoveicoli.

MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO

 

L’obiettivo del Consulente ESG Safety Work è quello di supportare il Cliente nella implementazione del sistema di gestione, attraverso attività mirate e non invasive, ottimizzando i tempi di lavorazione, con il fine ultimo di accedere, attraverso la verifica di un ente indipendente, alla certificazione.

 

L’elevato livello di competenza ed esperienza permettono infatti al Consulente ESG Safety Work di interagire con l’organizzazione in modo immediatamente efficace e produttivo, massimizzando l’impiego di tempo e il dispendio di energie, puntando direttamente alla realizzazione dell’obiettivo.

 

Tutto questo è possibile in quanto le esigenze del cliente, manifestate dallo stesso o portate alla luce dal Consulente ESG Safety Work, vengono processate attraverso modalità di lavoro consolidate e testate in decenni di esperienza.

 

L’erogazione del servizio è costituita da 4 fasi, dalla progettazione iniziale al mantenimento del certificato ottenuto.

 

  1. PROGETTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE

       Il Consulente ESG Safety Work intervista la Direzione, i Responsabili di Funzione e le risorse umane al fine di:

  • raccogliere le informazioni necessarie per identificare e comprendere i meccanismi concreti che governano i Processi aziendali e renderli coerenti e conformi alle prescrizioni della norma di riferimento;
  • redigere il Sistema di Gestione, considerando l’opportunità di utilizzare il più possibile la documentazione già in uso da parte del Cliente.

 

  1. APPLICAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE

      Il Consulente ESG Safety Work effettua degli incontri con le risorse umane per verificare la reale adozione delle regole e dei documenti definiti nella fase precedente. Contemporaneamente, insieme alla Direzione e ai Responsabili delle diverse Funzioni, valuta l’applicabilità e l’adeguatezza nel quotidiano delle metodologie adottate e, nel caso sia necessario, propone miglioramenti delle stesse.

 

  1. VISITA ISPETTIVA INTERNA

       Il valutatore ESG Safety Work effettua una visita ispettiva interna allo scopo di:

  • verificare l’efficacia di quanto progettato ed applicato;
  • adempiere ad un esplicito obbligo della norma di riferimento;
  • simulare l’audit dell’ente di certificazione.

       Il Consulente ESG Safety Work, successivamente alla visita ispettiva interna propone azioni finalizzate a eliminare le non conformità emerse e colmare le carenze evidenziate.

 

  1. ASSISTENZA ALLA CERTIFICAZIONE

       Il Consulente ESG Safety Work collabora con l’Organizzazione nella scelta dell’Ente di Certificazione e la affianca durante gli audit dello stesso, fino al risultato dell’ottenimento del Certificato.

MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE

Il Certificato rilasciato dall’Ente di Certificazione ha durata di tre anni e prevede un audit di mantenimento da parte dell’ente stesso, a 12 e 24 mesi dalla data del primo audit (certificazione), come condizione del mantenimento di tale Certificato.

 

Il Consulente ESG Safety Work, qualora richiesto, supporta l’organizzazione nella preparazione delle attività necessarie a fornire evidenze dell’applicazione del sistema di gestione dopo la certificazione iniziale e assiste il cliente durante gli audit di mantenimento.

FORMAZIONE

I docenti ESG Safety Work vantano esperienze pluriennali nell’ambito della Certificazione.

 

Tale fattore garantisce ai discenti l’acquisizione di un eccellente know-how, sia teorico che pratico, importante per recitare tutti i ruoli di primo piano nel contesto operativo dei Sistemi di Gestione, dal tecnico di Organismo di Certificazione, al consulente, all’auditor, al responsabile di sistema aziendale.

 

I corsi possono essere erogati presso aule messe a disposizione da ESG Safety Work, oppure con la formula “residenziale” presso la sede dell’Organizzazione.

 

Inoltre a partire dalle peculiari esigenze dell’Organizzazione, possono essere realizzati progetti formativi ad hoc.

RGQ ESTERNO

La figura del Responsabile Gestione Qualità (RGQ) è richiesta dalla normativa ed è la risorsa che ha la responsabilità del corretto funzionamento e miglioramento del Sistema di Gestione Aziendale.

 

Per assecondare le esigenze aziendali, in quelle realtà che non possono individuare nel proprio organigramma una figura idonea e formata per svolgere questo incarico, ESG Safety Work può fornire una risorsa esterna che segue l’azienda in tutti gli adempimenti richiesti dalla norma di riferimento.

Utilizziamo Cookie sul nostro sito

Sul sito di ESGsw vengono utilizzati cookie esclusivamente ‘tecnici’ necessari alla ottimale esperienza di navigazione. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l'elaborazione. Scorrendo questa pagina, chiudendo questo banner o cliccando su qualsiasi parte del sito acconsenti all'uso dei cookie.

Cliccando qui è possibile prendere visione del testo completo della Privacy.

ATTENZIONE: avvisiamo i gentili utenti che abbiamo cambiato indirizzo alla sede operativa: Bollate – Via IV Novembre 92/C – 20021 (MI)